Per la prima volta la manifestazione in ricordo di Marco Simoncelli lascerà la sede storica di Latina per raggiungere la Romagna, precisamente Misano Adriatico, nell'area del Misano World Circuit "Marco Simoncelli", dove andrà in scena la quarta edizione del SIC DAY sabato 5 e domenica 6 dicembre. Si tratta di una manifestazione motociclistica che si ripete per il quarto anno per ricordare questo amatissimo Campione, uno dei più grandi piloti italiani della MotoGP, a quattro anni dal terribile incidente di Sepang, in Malesia, che gli è costato la vita a soli 24 anni.

Oltre al cambiamento di sede, l'organizzatore Capogna preannuncia anche diverse novità per l'evento romagnolo, ma anche il top rider della MotoGP Andrea Dovizioso si dice entusiasta di poter contribuire, anticipando la sua partecipazione al SIC DAY per riacciuffare la bella vittoria del 2012 che, per un soffio, non è stata riconfermata lo scorso anno.

Intanto, giovedì 10 settembre alle ore 18,30, alla vigilia del Gran Premio di San Marino, presso il Misano World Circuit “Marco Simoncelli”, si svolgerà la presentazione ufficiale del SIC DAY 2015 alla presenza di alcuni piloti del Motomondiale, e sarà anche l’occasione per conoscere altri dettagli su questa manifestazione.

DUE PAROLE CON ANDREA DOVIZIOSO

Andrea Dovizioso è uno dei protagonisti delle precedenti manifestazioni del SIC Day e non mancherà neppure alla prossima edizione in programma il primo week end di dicembre a Misano. L’evento è ancora in fase di concertazione ma le basi sono ben tracciate e gli organizzatori Federico Capogna, Bprom Sport, e la Fondazione Marco Simoncelli sono a lavoro a pieno regime per portare in Romagna questo grande show dedicato alla memoria del compianto campione di velocità di Coriano (RN) Marco Simoncelli.

Tanti i piloti italiani e stranieri che scenderanno in pista a Misano per confrontarsi, senza saccenteria, nel SIC Day che torna sabato 5 e domenica 6 dicembre con una nuova veste.

Tra le prime conferme ufficiali quella certa è che Andrea Dovizioso sarà nuovamente della partita per la giusta causa, ma anche per difendere il suo buon nome che nel palmares di questo pur giovane evento lo vede prima vincitore nel 2012 e poi secondo nel 2014.

Abbiamo incontrato il “Dovi” il quale, con grande disponibilità, ci ha concesso qualche battuta sulla manifestazione di dicembre.

All'evento del 5 e 6 dicembre sarai al via della nuova edizione e nuova formula del Sic Day. Pista nuova e moto diverse.

“Non sappiamo ancora molto – esordisce Andrea Dovizioso - della nuova formula che Federico ci proporrà per questa edizione 2015 del SIC Day ma, al di là di questo, sono veramente contento del fatto che quest’anno si correrà in un luogo, in una terra di grandi passioni motoristiche. La scelta, invece, di correre con moto Flat Track ritengo molto importante poiché molti piloti, soprattutto velocisti, praticano per allenarsi. Infine la data di effettuazione che, cadendo nel periodo di fine autunno, seppur con una giornata di pioggia non rovinerebbe niente essendo questa una specialità che si pratica tranquillamente con ogni condizione climatica”.

Se consideriamo che il tracciato di Misano sarà nuovo per tutti, dovrai impegnarti ancora di più per riconquistare il titolo del 2012 che per pochissimo ti è sfuggito lo scorso anno?

“Beh sì, in fondo mi troverò a fianco alcuni degli avversari di sempre e sarà nuovo per tutti correre a Misano con il Flat Track. Anche se è una gara benefica hai sempre voglia di misurarti e far vedere che sei nel pieno della forma, quindi vuoi vincere, ma è anche quello che tutti si aspettano da te. Il pubblico che viene a vederci, pur con moto diverse, vuol vedere la competizione ed io come sempre darò il massimo per divertire e per divertirmi”.

E’ anche divertente praticare Flat Track, che fra l’altro è anche spettacolare.

“Si, è tutto un insieme di situazioni. Pensa il Flat Track è un tipo di allenamento che abbiamo inserito anche noi piloti Ducati, soprattutto d’inverno. E ancora più interessante sarà poterlo praticare con piloti con i quali non ci alleniamo mai insieme, è sempre un confronto dove si sviluppa una buona sensibilità alla guida”.

In Italia, e non solo qui, hai una bella e calda tifoseria, vogliamo incoraggiarla a venire a Misano per sostenere la giusta causa?“Sarebbe bello poter vedere tanti appassionati, sostenitori o semplici curiosi a questa manifestazione. Fra l’altro saranno montate delle tribune supplementari per seguire più comodamente le varie fasi del ricco programma che sarà proposto. Spero che vengano in tanti a sostenermi ma anche a sostenere gli altri partecipanti. Tutti insieme ci divertiremo di più e aiuteremo la Fondazione Marco Simoncelli”.

E’ L’ORGANIZZATORE CAPOGNA A PARLARCI DELLA NUOVA FORMULA

A spiegarci la nuova formula è l’ideatore e uno degli organizzatori del SIC Day, Federico Capogna.

Quest’anno una specialità e una formula diverse dal solito ma sopratutto incuriosisce il trasloco dell’evento nella terra del SIC, nella terra dei Motori?

“Si, quest'anno abbiamo deciso di cambiare disciplina da Supermoto a Flat Track e location da Latina a Misano, - esordisce Federico Capogna - i motivi principali sono: difficoltà a reperire moto da Supermoto per i top riders della velocità, mentre le moto da Flat le hanno più o meno tutti. La scelta di Misano, anche se a malincuore, è circostanziale e quindi dettata dalla necessità di rinnovarci non solo con le moto ma anche con un nuovo impianto, e la scelta di Misano ci è sembrata la più logica essendo questa non solo la pista intitolata a suo nome, ma anche dove Marco si è innamorato della velocità, dove è cresciuto e dove viveva perché a due passi si trova la sua residenza. Tuttavia, abbiamo scelto di correre qui ma non sappiamo dove si correranno le prossime edizioni, potrebbe essere ancora Misano ma anche un ritorno a Latina. Chissà”.

Come sarà articolato il programma dei due giorni, a grandi linee?

“Al programma ci sto lavorando, comunque a grandi linee ci saranno manche di qualifica a ripetizione con mega finale la domenica, e in queste ore sto aspettando risposte da alcuni top rider della SBK, perché vorrei riproporre la sfida che tanto ha appassionato lo scorso anno: MOTOGP vs SBK, ma come di consueto al SIC DAY riserveremo molta attenzione al pubblico, che sarà sempre più a stretto contatto con i piloti”.

La Fondazione Simoncelli ha accolto favorevolmente il cambiamento di location e di specialità?

“Paolo ha accolto questo cambiamento con molto piacere, ed è proprio lui a spronarmi ad andare avanti”.

Cambierà la classica formula a coppie composte da piloti Superbike, MotoGp e Supermoto? Questa quarta edizione incuriosisce più del solito anche perché siete riusciti ad appassionare gli stessi piloti nella messa in scena dell'evento, in nome di un grande pilota e amico come il SIC.

“No, la gara non sarà più a coppie ma individuale. Ci saranno piloti Moto GP, Moto 2 e Moto 3 oltre a piloti SBK, in tutto una quindicina, poi ci saranno 8 piloti Supermoto, 2 o 3 piloti Motocross e un paio della specialità Flat Track. Vorrei inserire anche la gara delle vecchie glorie ed ho già preso contatto dei bei nomi, ma ci sto ancora lavorando, una cosa è certa, lo spettacolo e i nomi non mancheranno e giovedì prossimo, 10 settembre, alla presentazione ufficiale che faremo a Misano durante la Moto GP, inizieremo a dare qualche nome e qualche notizia in più”.

In foto la sfida Superbike vs Moto GP del 2014 con Christian Iddon (21), Andrea Dovizioso (4) e Max Biaggi (3).

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterInstagram YouTube