Lussiana Disegno s.r.l presenta H2LD il concept ideato da Angel Lussiana esattamente a un anno dalla presentazione della Ninja H2, la motocicletta svelata nella passata edizione di EICMA da Kawasaki.

La Ninja H2 di Kawasaki è una moto che ha segnato un cambiamento, ha costituito un vero e proprio passaggio epocale, i primi teaser del motore sovralimentato erano impressionanti e già dai bozzetti si capiva che stava succedendo qualcosa di importante Lussiana Disegno deve ringraziare Sergio Vicarelli, direttore di Kawasaki, che ha permesso al Direttore del design Angel Lussiana di far nascere il prototipo H2LD, riuscendo a fare arrivare, nonostante fossero stati venduti tutti gli esemplari, una pre serie direttamente dall’Olanda. Ironia della sorte la moto arrivata a Cumiana, nello studio di Lussiana è la 34, un numero significativo, perché è quello del telaio di di Kevin Swantz il pilota preferito dal designer.

L’H2LD ha iniziato a prendere vita dopo un lunghissimo rodaggio ,3000 Km, tutti guidati, anzi, vissuti in prima persona da Angel Lussiana che ha voluto provare la motocicletta in pista, su strada, al mare, in montagna e persino sotto la pioggia, “Perché solo così- spiega Lussiana- si può capire quello che la moto ha da dirci, quello che ha accennato e può spiegare “Il lavoro su Ninja H2, dunque è stato l’espressione di quell’emozione provata un anno prima vedendo bozzetti e teasers La fase più interessante e motivante è stata quella iniziale, due mesi di ricerca spasmodica su bozzetti e modelli in clay per arrivare alle forme che sono riuscite a raccontare le emozioni provate.

H2 LD, è un modello estremo, è adrenalina allo stato puro, con un’erogazione talmente brutale da renderla la moto più potente del momento. Nell’ H2LD c’è poco del passato, tutto è proiettato nel futuro, dai fanali a prisma riflettenti alle forme di serbatoio e sella che si integrano in un elemento comune. Il muso, liberato da gruppi ottici in posizioni convenzionali, riprende la pulizia delle linee caratteristica delle moto da competizione. L’elettronica interviene ad aiutare il pilota nella gestione di un mezzo estremo al punto da renderlo maneggevole e facilmente utilizzabile. Guidare la H2LD è un vero e proprio salto nel futuro.

La posizione dei diversi gruppi ottici permette di lasciare scoperta la parte anteriore della carena come le migliori moto da competizione inoltre i gruppi presentano un innovativo sistema a led e prisma riflettenti. A livello prestazionale le tarature non sono predisposte, ma verranno eseguite “taylor made” sulle specifiche del cliente sia per il setting delle sospensioni sia per le mappature delle centraline di gestione del motore. L’interpretazione della Ninja H2 da parte del team di Lussiana Disegno per quanto riguarda lo stile è stata del tutto emozionale. La H2 prima e ed ancora di più il Concept H2LD, non hanno precedenti. La moto di serie firmata Kawasaki e lo stesso concept H2LD non sono moto collocabili in un segmento preciso, ogni definizione sembra stretta o riduttiva. Per costruire H2LD la moto di serie è stata spogliata delle carene al fine di poter seguire in maniera coerente le armonie dei tubi nel telaio . E’ importante precisare però, che quella presentata al Salone non è una semplice show bike, ma sembra avere tutte le carte in regola per diventare il prototipo di una serie limitata.

H2LD racconta alcuni tra i passi più salienti della vita del designer Angel Lussiana. Il serbatoio si prolunga fino a diventare parte della sella in un concetto già esplorato con la Triumph Speedtriple by Angel.

Lo stile generato dal traliccio di tubi riprende il concetto della prima moto del 2005, la Ducati 900 ss by Angel. Anche la sostituzione del telaio pressofuso in alluminio nella parte posteriore è un chiaro rimando ad antiche passioni firmate Lussiana e la risposta sta proprio nell’unità formata dal telaio di tubi.

Come per tutti i prodotti che escono da Lussiana Disegno, anche ed ancor più delle sorelle maggiori, se possibile, H2LD presenta una incredibile pulizia del design, tagli ridotti al minimo, attenzione ai particolari e, in generale, una qualità superiore alla media.

Le linee del body sono la materializzazione delle sensazioni che il designer ha vissuto in prima persona testando la moto in ogni condizione ed uniscono funzionalità e prestazioni in una scultura bella a vedersi.

La Kawasaki Ninja H2 è diventata immediatamente la nuova pietra di paragone mentre la H2LD si ritaglia il suo posto come esempio di ricerca di stile in un territorio inesplorato. Un concept ,quello di Lussiana Disegno, che ci porta in un futuro che sarà presto il nostro quotidiano.

Per la costruzione del concept è stato fondamentale l’apporto degli sponsor tecnici quali:

FF BY FRESCO impianti di scarico

CONTINENTAL pneumatici

SRT RICAMBI componentistica

VIBROLUX finitura metalli

PROTOPAINT verniciatura

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterInstagram YouTube