È il trofeo Bridgestone 600 ad aprire il programma di gare del terzo round di Coppa Italia sul tecnico circuito del Mugello. Il trofeo monomarca si è deciso in volata tra i giovanissimi under 25 Volpato e Bressan e l’autore del giro veloce, Carzaniga, con il primo che ha centrato la vittoria. È finita presto la corsa di Sansavini, autore della pole position, caduto al primo giro.

 

Nella Bridgestone 1000 continua il dominio di Gentile, autore anche della pole position e in fuga sin dal primo giro. Con lui sul podio Guerriero e Poggi, beffato in volata per il secondo posto, ma autore del giro veloce e unico pilota a scendere sotto il muro del 1.57.

 

Griglia piena e spettacolo per il Trofeo Grand Prix Pierlorenzi 125-250 con tanti stranieri al via sulla prestigiosa pista toscana. Il pluricampione Lucchetti si è aggiudicato la gara dopo un bel duello con Ronzoni, poi caduto, fortunatamente senza conseguenze, all’ultimo giro. Ottimo secondo posto per il pilota romano, promoter del trofeo, Roberto Marchetti, che ha preceduto Di Ciolo, per un podio tutto targato Aprilia.

 

Pronostico rispettato per il Trofeo Michelin Power Cup 600 con Altomonte che, scattato dalla pole position, ha vinto in solitaria, centrando anche il giro veloce. Dietro di lui il costante Toffanin, mentre Scalbi ha bruciato in volata Sbrana per il terzo posto.

 

Il Trofeo monogomma Michelin Power Cup ha proposto poi la classe 1000 con Di Maso che ha dominato gli altri 32 concorrenti, dopo una gara tiratissima e terminata in volata con 5 piloti racchiusi in un solo secondo. Il pilota della BMW è stato il primo a tagliare il traguardo davanti a Villa e Finotti, autore della pole position e del giro veloce, attaccatissimi Bettini e Guglielmini, rispettivamente quarto e quinto.

 

Il programma del pomeriggio è iniziato con la RR Cup 600. Il giovane Andolfatto ha dominato con oltre 13 secondi di vantaggio sul gruppo degli inseguitori, protagonisti di una battaglia a sei per il podio. Alla fine l’ha spuntata Cini, poi squalificato per irregolarità tecnica. Il podio è stato quindi completato da Rossi e Mottola, entrambi su Yamaha.

 

Nella RR Cup 1000 dominio assoluto di Vallasca, sempre in testa sin dal primo giro. Seconda posizione per Caspon, in rimonta dopo essere scattato dalla sesta posizione, terzo Lantshner su Kawasaki.

 

Dopo le gare di ieri, si sono disputate le gare 2 del Trofeo Amatori. La categoria 1000 base ha visto una corsa tiratissima per le primi posizioni con 4 piloti in lotta per il podio. Alla fine Fuca ha primeggiato su Sebenico e Basile, con Baldelli quarto, ma a soli 8 decimi da Fuca.

 

Anche la 600 base ha disputato gara 2 sulla tecnica pista del Mugello con una splendida doppietta per Terziano. Dietro di lui Lausdei e Gallucci, con Caggiano solo sesto dopo il brillante podio di gara 1.

 

Arrivo in volata anche nella 600 avanzata. Questa volta, e solo per 52 millesimi, è Temporin a vincere con la sua Yamaha davanti al sempre veloce Noberasco, scattato dalla 6a posizione in griglia e in lotta per la vittoria fino all’ultimo metro del circuito toscano. Terzo Arpaia su Kawasaki. A un soffio dal podio, Quinto e Gravina, rispettivamente quarto e quinto.

 

A chiudere l’intenso programma di gare è stata la classe 1000 avanzata del Trofeo Amatori. Sin dalla prima curva, ha regalato grandi emozioni il duello tra Fiorucci e Pilisi, già primi nelle prove di ieri. Dopo il tentativo di fuga di Fiorucci, al quarto giro è stato Pilisi a prendere il comando, posizione che ha mantenuto sino alla fine, andando a vincere davanti a Fiorucci e al veloce Zaffelli (Honda).

 

Il prossimo appuntamento con la Coppa Italia è per il 7 settembre sulla pista di Imola.

 

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterInstagram YouTube