Oltre 280 piloti hanno riempito sabato 22 e domenica 23 Giugno l’Autodromo dell’Umbria per dare vita al terzo Meeting in Pista FMI 2019, organizzato in collaborazione con il Moto Club Racing Terni e il Settore Epoca della Federazione Italiana Motociclismo. Un vero e proprio contenitore di competizioni dedicate alle motociclette di produzione in grandissima parte compresa tra l’inizio degli anni ‘80 e la fine degli anni ‘90.

La pista di Magione, rivelatasi perfetta per questo tipo di competizioni, ha visto nella giornata di domenica dieci partenze, nelle quali erano accorpate ben diciotto classi diverse di moto. Tra queste la nuova classe 2T italian GP introdotta nei Meeting in questo 2019, che raccoglie motociclette da competizione con motori due tempi e cilindrate 125 e 250, commercializzate dal 1999 in avanti.

Nessun colpo di scena particolare si è visto sull’asfalto del Borzacchini, se non alcune cadute che non hanno comportato fortunatamente conseguenze per i piloti coinvolti.

La due giorni ha offerto un continuo susseguirsi di prove (al sabato) e gare, fino ai due appuntamenti clou della domenica pomeriggio, ovvero le due gare endurance, caratterizzate dalla spettacolare partenza in stile Le Mans. Primi protagonisti sono stati i piloti del monomarca Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance, promosso dalla casa madre Guzzi, che hanno corso per un’ora continuata alternandosi alla guida (ogni moto può contare su due piloti in equipaggio) ogni 15 minuti, sotto un caldo intenso. Presente in questo speciale trofeo organizzato dalla casa di Mandello il team di Virgin Radio, che ha visto in pista a Magione il DJ Ringo. Purtroppo per lui e il compagno di gara Paolo Rovelli un’incomprensione sulla bandiera a scacchi ha comportato la mancata classificazione, quando stavano chiudendo in decima posizione, dopo una grande rimonta dal diciottesimo posto.

Spettacolare anche la gara endurance di ben quattro ore, seconda prova stagionale del Campionato Italiano Vintage Endurance, che ha concluso il week-end, anche questa con partenza stile Le Mans, con i piloti allineati in piedi a bordo pista e le moto pronte a partire sul bordo opposto.

A sottolineare il bel clima che si è respirato nel paddock, anche il successo del momento conviviale offerto dalla Federazione Motociclistica Italiana in collaborazione con l’Autodromo dell’Umbria nella serata di sabato, con un aperitivo per tutti i partecipanti al Meeting presso le piscine Water & Speed del circuito. Presenti oltre 350 persone.

Il successo del Meeting In Pista FMI va certamente attribuito anche alla perfetta organizzazione guidata dal personale del Moto Club Racing Terni.

Il format del Meeting si rivela molto adatto alla pista di Magione: tanti appassionati possessori di questi esemplari di moto da corsa, ex professionisti, ma anche piloti più giovani hanno la possibilità di confrontarsi in circuiti al top in un contesto di totale sicurezza.

Mentre le due gare di endurance sono state caratterizzate dalla presenza di moto con motore 4 tempi, altrettanto positiva è stata la gara della nuova classe 2T Italian GP. Anche queste hanno dato vita a uno spettacolo non solo entusiasmante, ma capace di risvegliare i ricordi e la passione di un tempo.

Archiviato il ricco fine settimana del Meeting In Pista FMI, ora l’Autodromo dell’Umbria vedrà il ritorno delle due ruote da corsa i prossimi 13 e 14 Luglio con il prestigioso appuntamento del Campionato Italiano Velocità CIV Junior.

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter