Quando Yamaha ha presentato la prima MT, la MT09, parlò chiaramente: dopo quel modello e sulla base dello stesso, sarebbero poi nate altre moto, anche con tipologia differente.

Nacquero così le varie Tracer MT09, poi la MT07 e la “Tracerina” Tracer MT07. Una filosofia costruttiva fino ad allora sconosciuta al mondo delle moto, soprattutto giapponese, che voleva un progetto specifico per ogni modello. Yamaha, invece, ha concepito il progetto MT, come un “progetto aperto” dai cui far nascere differenti moto, ma con tanti elementi in comune, così da poter avere un ottimo prezzo di listino.

Tempistiche, estetica, assenza di concorrenti reali, hanno fatto si che il progetto Yamaha MT sia stato un successo commerciale e tecnico, tanto che dopo la prima serie MT09, il pubblico ha subito chiesto una moto più piccola ed economica, ma con le stesse caratteristiche tecniche.

Giunse la MT07, che si contraddistinse subito per l’ottimo rapporto qualità/prezzo ed un prezzo di listino aggressivo: un successo commerciale per la sua tipologia.

Ben fatta e realizzata come tutte le moto di grande diffusione, può essere sempre migliorata e personalizzata.

Come sempre per chi tiene alla propria moto, anche la MT07 ha i suoi punti critici della carrozzeria, facile a rigarsi.

Questo piccolo difetto non è sfuggito ai tecnici di LabelBike, che hanno realizzato un apposito kit, suddiviso in due parti, per la parte superiore del serbatoio e per la parte laterale.

D’altro canto le superfici minimaliste della MT07 non richiedevano altro.

I due kit messi a punto da LabelBike, vanno a proteggere i fianchi del serbatoio con una forma ed una grafica che si integra alla perfezione nelle linee della moto, andando a proteggere la parte del serbatoio della benzina che più è a contatto con la parte interna della gamba.

La seconda protezione è per la parte centrale del serbatoio, quella a contatto con il cavallo; anche in questo caso, la conformazione della protezione e la sua grafica si integrano perfettamente nell’estetica della moto e con le protezioni laterali LabelBike.

I due kit di adesivi hanno le medesime caratteristiche tecniche, con resina di ottima qualità, spessa e con una colla che, pur essendo adesiva, non rovina la vernice se viene rimosso l’adesivo.

Per una corretta applicazione, è sempre corretto sgrassare accuratamente le superfici, anche se sembrano pulitissime ..., quindi applicare gli adesivi avendo l’accortezza di tenerli premuti per qualche secondo, soprattutto spingendo bene sui bordi.

Quindi lasciare la moto in un posto asciutto, non al sole, per una giornata, così da permettere al collante di aderire alla perfezione.

In questo modo, si ha la certezza che gli adesivi aderiscono alla perfezione e rimangano inalterati a lungo. L’elevata qualità costruttiva di questi adesivi fa si che rimangano efficaci e belli anche dopo molto tempo dalla loro applicazione.

Il prezzo è più che onesto, quasi irrisorio rispetto alla loro utilità ed efficacia.

Si acquistano on line, direttamente dal produttore.

Qui i due kit che vi abbiamo illustrato

https://www.ebay.it/itm/ADESIVI-3D-PROTEZIONI-LATERALI-SERBATOIO-compatibili-x-MOTO-YAMAHA-MT07-dal-2018/132588166368?hash=item1edededce0:g:VnsAAOSw8Zha10eB

https://www.ebay.it/itm/ADESIVO-SERBATOIO-in-RESINA-gel-3D-compatibile-per-MOTO-YAMAHA-MT-07-DAL-2018/132588162722?hash=item1ededecea2:g:p6MAAOSwS3Za10Y-

Qui le info sul produttore

http://www.labelbike.it

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter