Impianto di scarico Leovince LV ONE EVO prova test affidabilità - 1

L’impianto di scarico Leovince LV ONE EVO è disponibile per quasi la totalità delle moto in commercio, sia di ultimissima generazione, che più datate.

Alla marmitta, disponibile con finitura in fibra di carbonio o in acciaio INOX, si unisce il raccordo di scarico, specifico per ogni modello.

Il DB Killer è estraibile, mentre lo scarico è regolarmente omologato ed a corredo dello stesso viene rilasciato il relativo tagliando di omologazione da attaccare sul libretto di circolazione, oltre ad un libretto, tradotto in diverse lingue, che indica in modo chiaro ed esaustivo il tipo di omologazione, i riferimenti normativi e la totale legalità del prodotto.

Il kit si compone del raccordo specifico, della marmitta, del collarino in fibra di carbonio per il fissaggio della marmitta alla pedana, della fascetta per fissare il raccordo al tubo di scarico, della minuteria necessaria per il montaggio.

A corredo anche un ulteriore “tappo” che permette di silenziare ulteriormente lo scarico oltre i limiti di legge (francamente non ne comprendiamo l’utilità e lo abbiamo subito tolto  …).

Quando si acquista un prodotto “slip on” cioè pronto al montaggio senza alcuna modifica da fare, l’unica cosa da controllare è che sia realmente “slip-on” e non “più o meno slip" …

In questo il kit Leovince è risulato perfetto, facilissimo da montare, con tutto l’occorrente e per nulla difficile da installare sulla moto, basta avere un minimo di manualità e gli attrezzi necessari.

Ottima la qualità superficiale della fibra di carbonio utilizzata, perfette le poche saldature presenti, bellissima e ben fatta la fascetta in carbonio per tenere la marmitta fissa alla pedana. Nulla da invidiare a prodottti più blasonati.

Con il DB killer installato non occorre procedere ad alcuna regolazione della carburazione e non si ha alcun problema di alimentazione, scoppi in rilascio, irregolarità di funzionamento, vuoti di erogazione, ruvidità o quant’altro di negativo possa accadere.

Il suono allo scarico, rispetto all’originale, è più cupo, appena più elevato ma per nulla fastidioso e perfettamente a norma di legge, come verificato in sede della revisione periodica della moto, in cui l’addetto non ha avuto nulla da obiettare sul nuovo impianto di scarico.

I primi km, oramai già oltre mille, hanno messo in evidenza un'ottima qualità generale del prodotto ed anche delle ottime prestazioni, che analizzeremo nei dettagli appena avremo maggiori informazioni al riguardo.

Continuate a seguirci!!

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter