masthead


 

Elogio alla leggerezza e all’innovazione

La Vins Duecinquanta Competizione 2020 nasce nell’ottica di ottimizzare ed enfatizzare le novità e le innovazioni tecniche, fedeli alla filosofia Vins che si racchiude nelle parole di Colin Chapman “Simplify, then add lightness”.

Rispetto alla versione 2019, presenta un upgrade importante a livello di alleggerimenti e di motore.

Il telaio, il forcellone e la forcella sono stati ricalcolati nelle rigidezze ed alleggeriti, come anche il motore accorciato di 80mm e dal peso di soli 28kg (compreso di sistema di alimentazione).

Quest’ultimo è stato completamente ridisegnato insieme ad alcuni dei componenti ad esso collegati. Non solo riduzione del peso quindi, ma anche modifiche importanti a livello di trasmissione per garantirne una durata maggiore. In particolare, l’attenzione dei progettisti si è focalizzata sul cambio e sul gruppo frizione, con quest’ultima completamente rivoluzionata grazie ad un diverso sistema di attuazione interno che ne garantisce una maggior affidabilità. Un attento studio è stato eseguito anche sui componenti realizzati in carbonio, caratteristica distintiva della Vins, ottimizzandone la quantità usata non solo per ridurre il peso, ma anche per accorciare le tempistiche di produzione. Anche le rigidezze del telaio sono state completamente riviste, con valori simili a quelli della Honda NSF-R Moto3.

Una scultura moderna scolpita dell’aerodinamica. Un ponte tra passato e futuro.

Il design si ispira molto alle moto moderne dalle linee spigolose, dai tagli decisi e dai cambi di volume, ma strizza anche l’occhio agli stilemi di una volta dalle linee classiche e dalle ampie carenature che vanno a coprire il motore creando un ponte tra passato e futuro. Nato come elemento strutturale, il telaio monoscocca - caratteristico della Vins - acquista una funzione ergonomica e di design diventando telaietto sella e superficie estetica. L’ergonomia della posizione in sella entusiasma gli appassionati del settore poiché richiama un feeling legato al passato e al modo di guidare i 2T come quello di una volta. Dal codino al serbatoio, dal telaio stesso al cupolino, la Vins Duecinquanta mantiene un linguaggio uniforme in tutta la sua dimensione. Un design ideato in ottica della miglior performance possibile, progettato per enfatizzare le novità e le innovazioni tecniche: dal motore all’innovativo sistema di raffreddamento con il radiatore posto all’interno del telaio.

La Duecinquanta Competizione ha voluto omaggiare con una livrea limited edition, nella versione 2020, una grande moto del passato: la Britten V1000 nella specifica colorazione rosa e blu. La Vins in questo caso si è concessa una piccola licenza poetica inserendo dei tocchi di viola metallizzato per renderla più moderna. Il telaio in questa versione riprende il colore delle carene per dare continuità e leggerezza.

Un’esperienza di guida da vero racer.

Leggerezza, maneggevolezza, accelerazione e frenata sono i punti di forza della nuova Vins Duecinquanta. Le innovazioni tecniche hanno cambiato il carattere della moto che, nella versione 2020, risulta molto più bilanciata e maneggevole. Grazie alla sua notevole leggerezza la Duecinquanta Competizione richiede un ridotto sforzo fisico, il che riduce notevolmente i rischi alla guida ed aumenta la possibilità di girare per più tempo.

Ottima in frenata ed in ingresso curva, segue fedelmente la traiettoria impostata e, allo stesso tempo, permette di eseguire delle correzioni in percorrenza di curva in modo agevole. Nonostante l’estrema leggerezza, la moto è molto stabile nelle curve veloci e ad alta velocità, tanto da rendere superfluo l’utilizzo dell’ammortizzatore di sterzo.

Il motore, grazie all’iniezione elettronica, ha un’erogazione estremamente lineare ed una coppia ben distribuita. A di#erenza dei due tempi a carburatore permette, ad esempio, di uscire dalle curve con un’ottima spinta fin dai 6’000-6’500 giri, perdonando qualche eventuale errore di guida e permettendo allo stesso tempo una guida meno “impiccata” rispetto agli altri due tempi da pista.

La Vins Duecinquanta 2020 si distingue indubbiamente grazie alla forcella con schema Hossack che consente di poter frenare in modo più forte e deciso rispetto ad una moto dotata di forcella

telescopica, regalando un incredibile senso di sicurezza nella fase di frenata.

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click