Ponte Sfondato per uomini duri. Nella terza prova del campionato italiano motocross Rider-Expert la grande protagonista è la pioggia, che spinge al limite (e anche oltre) piloti, pista e mezzi meccanici.

Nonostante il grande sforzo organizzativo del moto club Wyss Motorsport, la manifestazione si chiude dopo la prima manche della classe Mx1, a causa del fango che ha ormai reso impraticabile ogni punto del tracciato. Una decisione, quella della direzione di gara, che anticipa di qualche minuto un temporale violentissimo, il cui arrivo dissipa ogni dubbio residuo sulla possibilità di proseguire con le gare.

Una sola manche in scena, quindi: quella della Mx1, che assomiglia più a una sfida di sopravvivenza che a una gara di cross. Unico pilota al traguardo è Fabio Torsiello (Yamaha – Fast Cross), che proprio all’ultimo giro supera il padrone di casa Federico Angelici (Honda – Tnt), costretto a fermarsi poche decine di metri prima del traguardo con la moto in avaria. Nonostante non arrivi alla bandiera a scacchi, Angelici è comunque secondo assoluto, perché anche tutti gli altri piloti sono costretti ad arrendersi al fango.

Con questo successo, Torsiello passa in testa alla classifica della categoria Expert, precedendo sul podio di Ponte Sfondato Mattia Giampieri (Yamaha – Fagioli) e Giacomo Giammaria (Yamaha – Racing Terni). Solo nono Nicola Dolce (KTM – Esanatoglia), rimasto a lungo impantanato in mezzo alla pista.

Nella Rider Angelici è davanti ai suoi rivali per il campionato, Ivo Lasagna (Honda – Panicale) e Federico Zuin (Yamaha – Marigo). In totale, dei 26 partenti, solo 12 risultano classificati, cioè con almeno il 50% della gara percorso.

La prossima prova del campionato italiano Rider-Expert sarà l’ultima, a Bosisio Parini (LC) il 15 e 16 giugno, con la speranza che il meteo sia più clemente e consenta a tutti i piloti di giocarsi le proprie chance. All’appuntamento saranno presenti anche quad e sidecarcross.

Nella Rider Angelici è davanti ai suoi rivali per il campionato, Ivo Lasagna (Honda – Panicale) e Federico Zuin (Yamaha – Marigo). In totale, dei 26 partenti, solo 12 risultano classificati, cioè con almeno il 50% della gara percorso.

Ufficio Stampa FXAction

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter