masthead


Durante il secondo dei due GP consecutivi in Indonesia, al round 12 del campionato del mondo di Motocross FIM, i piloti Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing Thomas Kjer Olsen e Pauls Jonass non sono riusciti a tradurre la loro notevole velocità in risultati all’altezza, portando entrambi a termine solo una manche dell’MXGP di Asia (Indonesia).

Un fuoripista in Gara1 ha privato Jonass di un podio alla sua portata, mentre Kjer Olsen è caduto pesantemente alla prima curva della seconda manche MX2 dopo un terzo posto in Gara1.

Pur non avendo conquistato punti nella prima manche MXGP, prima che un vecchio banner a bordo pista finisse nella sua ruota posteriore Pauls Jonass aveva mostrato una velocità impressionante, girando in seconda piazza dietro al leader di campionato Tim Gajser. Dopo un’ottima partenza, Jonass è passato in seconda posizione al termine del primo giro, ma dopo averla consolidata in otto tornate corse con grande costanza dietro a Gajser, ha poi concluso la sua gara dopo un fuoripista rimediato su alcune curve in frenata.

Messosi alle spalle questo errore, l’ex campione del mondo MX2 ha realizzato un’ottima partenza anche in Gara2, passando dal quinto al terzo posto nel giro iniziale. Sceso in quarta piazza, Pauls ha mantenuto il suo ritmo e a 15 minuti dal termine è tornato terzo. Una decina di minuti più tardi è passato secondo, e nonostante la pressione di Arnaud Tonus nei giri finali Jonass non ha perso la calma, conquistando un meritato secondo posto.

Anche per Arminas Jasikonis il MXGP di Asia è stato di alterne fortune. Dopo aver occupato la terza piazza in Gara1 a seguito di un’ottima partenza, Arminas ha passato la maggior parte di gara in quarta piazza, per poi scendere in quinta a tre giri dal termine. In Gara2 le cose non sono andate per il verso giusto. Partito nuovamente bene a vicino al gruppo di testa così come il suo compagno di squadra Jonass, dopo il primo giro Arminas ha progressivamente perso posizioni, non riuscendo a trovare il suo ritmo sulla liscia e a tratti imprevedibile superficie del tracciato. Chiusa la manche al nono posto, Jasikonis ha terminato la sua giornata al sesto posto finale.

Nella classe MX2 il MXGP di Asia del pilota Rockstar Energy Husqvarna Thomas Kjer Olsen è purtroppo terminato alla prima curva di Gara2. Sbalzato dalla sua FC 250, Thomas è ricaduto pesantemente a terra non riuscendo poi a riprendere la gara. Prima della caduta, TKO aveva iniziato in modo incoraggiante il GP con una solida terza piazza nella prima manche. Pur non trovandosi del tutto a suo agio nel tracciato di Semarang, Thomas ha concluso la gara in forma e pronto per la seconda manche.

Anche Jed Beaton ha corso un GP difficile, con un settimo risultato di giornata che non riflette veramente il passo dell’australiano. Dopo un’ottima quarta piazza in Gara1 dietro al compagno di squadra in MX2 Kjer Olsen, nella seconda manche Jed si è agganciato con un pilota locale nel primo giro, finendo nelle retrovie per poi risalire fino all’undicesima piazza finale.

Il team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing tornerà ora in Europa, e sarà di nuovo in azione al round 13 del campionato del mondo di Motocross FIM 2019 per il MXGP della Repubblica Ceca, il prossimo 28 luglio.

Pauls Jonass: “Ci sono state molte cose positive in questo GP, ma so anche che avrei dovuto salire sul podio di giornata. Ottime partenze, una buona velocità e una bella seconda manche: però quell’errore in Gara1 ha vanificato tutto il buon lavoro della mia squadra. È stata colpa mia se sono uscito di pista, ma sfortuna che quei vecchi banner si siano incastrati nella mia ruota. Fino a quel momento la gara era andata veramente bene: avevo realizzato un ottimo start e non stavo faticando a rimanere secondo. Per fortuna sono riuscito a rifarmi con il secondo posto di Gara2, e nel complesso sento di aver fatto grandi progressi: stiamo cominciando a mettere insieme i pezzi. Ora la mia condizione è buona, ho migliorato le partenze e riesco a correre davanti per un’intera manche. Non vedo l’ora di misurarmi con le ultime gare di campionato: se metto insieme tutto, punto a fare buoni risultati nei prossimi sei GP.”

Arminas Jasikonis: “Un altro GP frustrante. In qualificazione avevo fatto bene, Gara1 era andata bene ma non sono riuscito a concludere bene in Gara2, non sentendomi a mio agio sulla pista. È frustrante, perché il team ha fatto un lavoro fantastico e sono convinto che una top 6 fosse alla portata. Ma la cosa positiva è che ho fatto buone partenze in entrambe le manche, anche se in Gara2 poi non riuscivo a trovare fiducia sulla superficie della pista. Ora sono contento di tornare in Europa per gli ultimi GP.”

Thomas Kjer Olsen: “Uno di quei weekend in cui le cose avrebbero dovuto andare molto meglio di come hanno fatto. Gara2 si è conclusa alla prima curva, e sono ovviamente deluso anche se sono contento di non essermi fatto male con quel colpo. Gara1 era andata bene, con il mio primo holeshot da un po’ di tempo a questa parte, anche se su questo tracciato Jorge e Tom erano più a loro agio di me. Ora si torna in Europa, ci vediamo a Loket fra due settimane.”

Jed Beaton: “Un GP di alti e bassi per me e per il team. Ero convinto di poter lottare per il podio oggi, ma Gara2 ha compromesso tutto. La pista aveva alcuni punti insidiosi, ma in generale mi sentivo bene e ho trovato un buon ritmo. Non c’erano molte traiettorie, per cui era importante mantenere al minimo gli errori. In Gara1 sono partito bene e mi sono portato in quarta piazza dietro a Thomas. Volevo veramente raggiungerlo, ma non mi sono bastati I giri. Comunque ho finito la gara con un ottimo feeling; peccato che in Gara2 un pilota locale mi sia subito caduto davanti, facendomi cadere. Dopo quello non sono riuscito a far vedere quel che potevo fare, ma ora abbiamo finito con le gare extra-europee e si torna a Loket.”

Risultati – campionato del mondo di Motocross FIM 2019, Round 12

MXGP

1. Tim Gajser (Honda) 50 punti; 2. Arnaud Tonus (Yamaha) 42; 3. Jeremy Seewer (Yamaha) 38… 6. Arminas Jasikonis (Husqvarna) 28; 10. Pauls Jonass (Husqvarna) 22; 11. Tanel Leok (Husqvarna) 20; 15. Andero Lusbo (Husqvarna) 14…

MXGP - Gara1

1. Tim Gajser (Honda) 35:12.232 18 giri; 2. Arnaud Tonus (Yamaha) 35:15.825; 3. Jeremy Sewer (Yamaha) 35:20.781… 5. Arminas Jasikonis (Husqvarna) 35:33.180; 10. Tanel Leok (Husqvarna) 36:53.672; 13. Andero Lusbo (Husqvarna) 36:41.949 17 giri; 15. Adam Coles (Husqvarna) 35:34.020 16 giri…

MXGP - Gara2

1. Tim Gajser (Honda) 35:33.827 18 giri; 2. Pauls Jonass (Husqvarna) 35:37.097; 3. Arnaud Tonus (Yamaha) 35:38.034… 9. Arminas Jasikonis (Husqvarna) 36:16.955; 12. Tanel Leok (Husqvarna) 37:01.494; 15. Andero Lusbo (Husqvarna) 36:49.247 17 giri; 16. Adam Coles (Husqvarna) 37:26.547…

MX2

1. Jorge Prado (KTM) 50 punti; 2. Tom Vialle (KTM) 40; 3. Calvin Vlaanderen (Honda) 36… 7. Jed Beaton (Husqvarna) 28; 10. Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) 23

MX2 - Gara1

1. Jorge Prado (KTM) 35:45.473 18 giri; 2. Tom Vialle (KTM) 35:56.884; 3. Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) 35:59.878, 4. Jed Beaton (Husqvarna) 36:02.342...

MX2 - Gara2

1. Jorge Prado (KTM) 34:45.752 17 giri; 2. Maxime Renaux (Yamaha) 34:49.668; 3. Calvin Vlaanderen (Honda) 34:53.639… 11. Jed Beaton (Husqvarna) 35:31.050

Classifiche di campionato – dopo il Round 12

MXGP

1. Tim Gajser (Honda) 538 punti; 2. Jeremy Seewer (Yamaha) 365; 3. Antonio Cairoli (KTM) 358… 6. Arminas Jasikonis (Husqvarna) 299; 9. Pauls Jonass (Husqvarna) 268; 16. Tanel Leok (Husqvarna) 132; 27. Andero Lusbo (Husqvarna) 29…

MX2

1. Jorge Prado (KTM) 544 punti; 2. Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) 466; 3. Tom Vialle (KTM) 366… 10. Jed Beaton (Husqvarna) 220; 15. Davy Pootjes (Husqvarna) 157; 19. Alvin Ostlund (Husqvarna) 104; 20. Dylan Walsh (Husqvarna) 95…

 

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click