Con un'altra giornata di sole il Moto Club Regolarità d'Epoca saluta gli oltre 150 piloti che hanno animato in questi due giorni Corleone e il Campionato Italiano FMI Regolarità d'Epoca e che ora sono pronti a risalire in nave o in aereo per rientrare a casa.

I tre giri della seconda giornata di gara, nonché della quinta della stagione, si sono disputati regolarmente se non fosse stato per un ritardo pagato da alcuni piloti proprio al CO finale, quello di arrivo a Corleone, che ha scombussolato un po' le classifiche, e in parte gli umori.

La gara però è stata davvero bella, e anche impegnativa, tanto è vero che i tre giri hanno provato non poco i piloti già stanchi dopo gli oltre 150 chilometri di ieri.

Nella A1 la vittoria è andata ad Alberto Rittà che ha preceduto oggi Marco Pagnano mentre Roberto Cancelli e Pietro Caccia sono stati costretti al ritiro: Rittà spicca il volo in Campionato ma non bisogna dimenticare che mancano ancora due gare alla conclusione della stagione. In A3 (A2 e A3 sono state accorpate) il più veloce è stato anche oggi Fabio Parrini (Ancilotti) capace di precedere a fine giornata Marco Taviano (Zundapp) e Fabio Bedussi (Gilera). In A4 la classifica è la fotocopia di quella di ieri con Massimo Parrini (Ktm) primo su Paolo Sala (Zundapp) e Marco De Eccher (Ktm). Anche la A5 non si discosta minimamente dalla classifica del giorno prima e quindi Michele Lorenzetti (Ktm) incassa una bella doppietta su Gianluca Corsini (entrambi su Ktm) con il terzo posto a Sergio Belussi (Puch).

In B2 Alessandro Gritti riesce a conquistare il suo primo successo stagionale, battendo con la sua Morini Alfredo Gamba (Moto Morini) e Massimo Riva terzo su Moto Guzzi. In B3 si invertono le posizioni e Giancarlo Donadio ottiene la sua seconda vittoria stagionale e si impone su Gianluca Beccantini (tutti e due su Honda) mentre oggi la terza piazza va a Sauro Artioli su Moto Guzzi. La speciale dedicata al trofeo Labeca Cross Test oggi era la seconda del giro e il più veloce è stato Gaetano Terruso su Cagiva, sia come miglior tempo, che come somma dei tempi di tutti e tre i passaggi: alle sue spalle Mauro Sant e Luca Murer terzo su Swm.

C1 nuovamente accorpata alla C2 e Piero Gagni non fatica ad agguantare il quinto successo stagionale, precedendo con la sua Fantic Angelo Ceribelli su Fantic ed Ennio Bonaldi, anche lui su Fantic. Marco Bianchi in C3 dimostra il suo affetto per la prima posizione e si impone anche oggi con il suo Puch in una classifica che è la fotocopia di quella di ieri con l'Ancilotti di Mario Valsecchi e il Puch Frigerio di Giuliano Butti alle sue spalle, rispettivamente secondo e terzo. In C4 Giorgio Balzarini è ancora primo su Puch, con Walter Bettoni secondo su Gilera Elmeca e Giuseppe Zaro terzo su Dkw. Fotocopia anche la classifica della C5 con Alfredo Bottarelli su Twm primo su Giorgio Contessi, Ktm, e Lorenzo Troian, Puch.

Marco Calegari (Ktm) per soli due secondi e tre soccombe a Ivano Mattalini, primo in C6 con Puch con un Massimo Sfondrini (Ktm) terzo, mentre in D1 anche stavolta Federico Fregnan è il migliore su Fantic, ancora davanti a Mario Negrini su Aprilia e Marco Viliani su Fantic. Nella D2 oggi è Giorgio Nembrini il più forte, su Puch, e lascia il secondo posto a Luciano Tetoldini su Ancilotti che precede Fabio Casotto su Fantic. Nella D3 Giuseppe Vernagallo, ieri terzo, dimostra una simpatia per il podio ma stavolta sale sul gradino più alto con Puch battendo Gualtiero Brissoni (Fantic) e Giorgio Iride (Gori). Nella D4 Enrico Tortoli agguanta il primo successo della stagione 2019 con la Ktm imponendosi per meno di due secondi su Luca Murer su Swm e Paolo Spadoni su Puch. Nella D5 riscatto di Maurizio Bettini che dopo la rottura dell'ammortizzatore ieri, oggi si prende la rivincita e sale sul primo gradino del podio con 4 secondi di vantaggio su Osvaldo Armanni (entrambi su Ktm) mentre al terzo posto c'è Mario Graziani (Gori). Doppietta di Paolo Giulietti in D6 su Ktm che di nuovo lascia la seconda piazza a Ivo Zorzitto con Marcello Zamaro, terzo, entrambi su Puch. Gaetano Di Pace, con una Fantic si riscatta dal ritiro di ieri e vince la X1 battendo Fabio Zandonà (Aim) e Stefano Zubboli (Fantic). Prosegue la serie positiva di Gaetano Terruso su Cagiva, velocissimo anche ieri, in X2, e alle sue spalle al secondo posto c'è ancora Nicola Tetoldini su Ancilotti con Marco Magliocco terzo su Cagiva. Biagio Magri (Puch) è primo in X3 per poco più di sei secondi su Andrea Stucchi su Kram-It con Luca Leone terzo su Puch mentre in X4 altra fotocopia della classifica con Alessandro Zamparutti primo su Mario Rossi ed Enrico Maloberti (tutti e tre su Honda). Nella X5 Mauro Sant strabilia tutti per i suoi tempi in sella alla Ktm e vince con quasi un minuto di vantaggio su Andrea Purinan su Honda e Franco Felci è terzo su Honda. E2 uguale per Giuseppe Guarino e Lorenzo Stroppiana (entrambi su Sherco) rispettivamente primo e secondo mentre in T80 Giorgio Volpi si riscatta e vince su Enrico Belloni e Adriano Donati (tutti e due su Tm).

Nella classifica squadre Trofeo il migliore è il Pantera che per mezzo punto batte il Grumello Benini Vintage B con il Regolarità Friuli MC Manzano terzo, mentre nel Vaso il Grumello Benini Vintage è primo sul Pantera con il MC Treviso terzo.

Il Campionato riprende fiato ora, dopo un bel tour de force, e il prossimo appuntamento sarà a fine giugno, nelle Marche, con il Moto Club Amatori Fuoristrada Sibillini.

Ufficio Stampa

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter