Ducati Hypermotard 950 2019 prova su strada test opinioni pareri

ducati hypermotard 950 prova (1)

Entriamo subito nel vivo della prova della Ducati Hypermotard 950 2019.

L’ultima evoluzione della Ducati Hypermotard è molto ben realizzata, con una qualità costruttiva superiore ai precedenti modelli.

Alta di sella, è poco ospitale per il passeggero ed in generale nella guida in coppia. A nostro avviso, poi, il radiatore dell’olio è troppo esposto agli urti ed ai sassi lanciati dalla ruota anteriore. Comandi e strumentazione sono perfetti. Limitato il comfort di marcia, assente il riparo aerodinamico, rigide le sospensioni ed anche la sella, che avremmo preferito senza lo scalino per il passeggero, così da agevolare gli spostamenti del pilota.

Il motore è riuscito, potente a sufficienza, con un’ottima coppia, tira in ogni marcia senza problemi ed allunga bene. Ottimo tra le curve, magari ha poco allungo nei lunghi rettilinei, ma il limite arriva dall’assenza di protezione aerodinamica, non certo dalle sue prestazioni. Il cambio, in cosiderazione dell’indole racing del modello, potrebbe essere rapportato leggermente più corto, anche se così si viaggia a 110 km/h con un filo di gas.

I lunghi trasferimenti sono difficili solo a causa della mancanza di un riparo aerodinamico; da segnalare che alle alte velocità, viene spontaneo aggrapparsi al manubrio per contrastare la forza dell’aria, e questo peggiora leggermente la stabilità, è una moto da misto e mistostretto, dove ha ben pochi rivali. Maneggevole, velocissima ad inserirsi in curva, con una frenata potentissima ed un assetto perfetto, nelle strade di montagna non ha rivali. Alla fine è una moto piena di difetti, scomoda, rigida, senza riparo aerodinamico, affaticante nella guida, difficile da guidare in due, ma si riscatta con ottime prestazioni e soprattutto un divertimento di guida che ben poche altre moto possono vantare.

ducati hypermotard 950 prova (3)

Non ha le prestazioni e l’efficacia una una vera motard, ma permette un utilizzo più ampio e facile. Una moto fun, non chiedetergli di fare altro, ma è il top per il suo modo unico di saper divertire nella guida tra i percorsi ricchi di curve.

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter