Aprilia Tuareg 660 2022 prova su strada test pregi difetti prestazioni velocità massima tutto quello che devi sapere prima di acquistare la moto, Aprilia Tuareg 660 prova su strada test, Aprilia Tuareg 660 difetti, Aprilia Tuareg 660 2022 consumi, Aprilia Tuareg 660 2022 velocità massima, Aprilia Tuareg 660 2022 problemi

 

 

 

La moto in prova:

 

questa la moto in prova Aprilia Tuareg 660 2022 prezzo: 11990 euro F.c. (versione Acid Gold oppure Red) - 12690 F.c. (versione Indaco)

 

 

 


 

 

 

Aprilia Tuareg 660 2022 Qualità costruttiva

La nuova Aprilia Tuareg 660 2022 ha una buona qualità costruttiva, pur senza eccellere in assoluto.

Però il motore è al momento uno dei migliori in assoluto della categoria, ottima la dotazione elettronica, la strumentazione e l'impianto frenante.

Validi i cerchi tubeless e buone le sospensioni.

Fino ad oggi poche sono state le lamentele, come per gli adesivi non coperti da trasparente, ma oramai è prassi per tutte le moto.

Poi c'è chi ha segnalato lo scarico troppo esposto agli urti o il cupolino troppo basso.

Nonostante ciò la qualità globale è valida, per trovare di meglio occorre spendere molti di più e spesso non basta ...

Unica nota negativa è la sella leggermente alta da terra per chi non supera i 170cm.

 

 


 

 

Aprilia Tuareg 660 2022 Ergonomia e comfort di marcia

Il comfort di marcia è nel complesso più che valido, anche se non ottimale.

Si avverte qualche vibrazione, ma nulla di grave, però in modo maggiore rispetto alle concorrenti.

Il cupolino protegge bene se si è alti non oltre 170cm ed è comunque strettino, i più alti e grossi di corporatura lo troveranno piccolo.

Buona la sella, se pure leggermente dura sulle lunghe distanze.

La protezione aerodinamica è comunque valida almeno fino a 110km/h.

In coppia il comfort di marcia rimane buono, se pure l'abitabilità non è il massimo viste le dimensioni generali contenute per la tipologia di moto.

Lunghi viaggi sono comunque fattibili senza particolari problemi, ma certamente non è una GT.

Ottima e completa la strumentazione, intuitivi i comandi al manubrio, appena ruvido il comando del cambio.

Nel complesso, però, il comfort è valido.

 

 

 

 

Aprilia Tuareg 660 2022 Sospensioni

Forcella ed ammortizzatore sono ben accordati tra di loro nella taratura, hanno una buona escursione e sono più orientati all'uso off road che road.

Le sospensioni sono tarate morbide, assorbono egregiamente lo sconnesso dell'asfalto ed in off road sono più che valide, almeno per un utilizzo amatoriale.

I concorrenti diretti non fanno meglio.

Entrambe le sospensioni sono personalizzabili nella taratura, obbligatoria se si usa la moto in coppia oppure per un utilizzo prettamente o esclusivamente stradale.

Infatti, nella guida sportiva su strada, si preferirebbe un maggiore controllo di forcella ed ammortizzatore, così come sono tarate c'è troppo beccheggio e trasferimento di carico sia in frenata che in accelerazione.

Inoltre, quando sale il passeggero la moto si "siede" troppo.

Detto questo, se viaggiate da soli e vi piace alternare tratti di asfalto con dell'off road alla porta di questa moto, le sospensioni sono ottime così come escono di fabbrica.

Due ottimi elementi che potranno essere migliorati solo da coloro che faranno un utilizzo realmente off road racing della moto.

 

 

 

 

 

Aprilia Tuareg 660 2022 Frenata ABS

 

La frenata è ottima, potente, modulabile, perfettamente adeguata alla moto.

Manca di una certa "aggressività" nella prima parte della corsa della leva, normale e naturale per una moto che deve fare anche off road.

Altrettanto valido è il freno posteriore, anche se lo avremmo preferito più potente.

L'intervento dell'abs è sempre discreto e sempre personalizzabile, al pari del controllo di trazione.

Nel complesso, quindi, frenata, abs e controllo di trazione sono perfettamente a punto e non si possono ravvisare critiche, anche in considerazione di una moto che deve coniugare le esigenze di guida su strada ed in off road.

 

 

 

 

Aprilia Tuareg 660 2022 Motore prestazioni velocità massima

Il motore della Aprilia Tuareg 660 non è più una novità.

Mutuato dalla versione RS e Tuono, ha meno allungo e potenza in alto, rispetto alle "progenitrici", ma è ottimo per il suo utilizzo su di una moto "dual".

Regolare nel funzionamento, ha una erogazione lineare su tutto l'arco di erogazione, spinge bene in basso per la sua cilindrata e non "muore" subito in alto.

Nel complesso le prestazioni sono buone per un 660.

Forse il problema è che viene paragonato a dei 1100 ...

La velocità massima che abbiamo raggiunto è di circa 200 km/h indicati alla strumentazione, raggiunti con un lancio alquanto lungo.

I regimi medi, per la sua cilindrata, sono corposi e quasi una sorpresa, soprattutto se paragonati a quelli della Aprilia RS 660, segno dell'ottimo lavoro svolto dagli ingegneri Aprilia.

Un motore che oggi, pur con i suoi difetti e problemi tecnici, è un punto di riferimento nel settore.

Riguado i problemi tecnici, questi sono dovuti semplicemente a forniture difettose e non a problemi di progettazione del motore, ed Aprila interviene sempre in garanzia (qui potete controllare i problemi sempre aggiornati: ammettiamo che è comunque una bella seccatura ...

Nel complesso impossibile fare di meglio con questa cilindrata, è il top che c'è in circolazione.

 

 

 

 

Aprilia Tuareg 660 2022 trasmissione e cambio

Il cambio non ha mai dato problemi durante il test, se pure il suo comportamento non è così fluido e leggero come altri concorrenti.

Con un uso deciso e senza esitazione, è comunque molto preciso ed anche veloce.

Il suo comportamento è identico a quello della RS e Tuono 660.

Si deve usare con decisione e senza esitazioni.

Importante, poi, cambiare ai corretti regimi di rotazione del motore, altrimenti è chiaro che è ruvido ed impreciso.

La ricerca del neutro può creare qualche difficoltà all'inizio, ma poi si conosce il suo funziamento e non ci sono problemi.

Da segnalare che le mappe motore sono tutte ben scalate tra di loro.

Anche la frizione ha funzionato perfettamente.

 

 

 

 

Aprilia Tuareg 660 2022 Doti di guida maneggevolezza stabilità sicurezza

 

L'Aprilia Tuareg 660 2022 ha nella facilità di guida e nei suoi elevati limiti, la sua arma migliore.

Un telaio e delle geometrie realmente indovinate, valide su strada ed in off road.

Facile e sicura da guidare su strada, risulta divertente e sicura anche in off road, dove la sua messa a punto soddisfa maggiormente i neofiti ed i poco esperti in generale, rispetto ai motociclisti più veloci ed abituati a correre veloce in off road anche con una grossa e pesante moto bicilindrica.

Le sue dimensioni relativamente contenute facilitano la guida e la sicurezza in città e nel commuting urbano.

Il peso si avverte nelle manovre da fermo e la sella alta non agevola certamente le manovre per chi è alto meno di 170 cm, per chi è oltre i 180 la moto è quasi un "giocattolo" ...

Ottimo e divertente il comportamento della moto fuori città, dove, se si mettono bene a punto le sospensioni, la moto permette di avere un ritmo notevole, soprattutto sui percorsi misti stretti, dove l'elevata maneggevolezza della moto permette di tenere ritmi di moto di ben superiore cilindrata.

Buono il comportamento in autostrada e sul veloce, dove però potrebbe emergere qualche ondeggiamento dovuto alle sospensioni a lunga escursione e tarate morbide.

Con due cerchi da 17 pollici e pneumatici adeguati, sarebbe un'ottima crossover sportiva.

In off road la moto si comporta in modo egregio, pur non essendo una moto specialistica, ma le sue prestazioni sono decisamente superiori alle aspettative; in definitiva non è una moto solo per fare off road.

Su strade bianche e scorrevoli è veloce e facile da guidare e continua ad essere competitiva anche quando il percorso diventa più impegnativo.

Servirebbero, per un vero off road, dei pneumatici più specialistici.

Come segnalato da diversi appassionati, i cerchi tubeless non sono il massimo per l'off road più difficile ed impegnativo, uso che l'Aprilia Tuareg 660 potrebbe fare, ma non è questa la sua destinazione d'uso.

Quindi visto che è progettata per un 60% su asfalto e 40% in off road (ma forse anche 70 e 30) giusto e meglio avere la sicurezza di un pneumatico tubeless.

In conlusione un'ottima moto, con i suoi limiti, ovvio, ma anche molto competitiva con le altre moto di circa 700cc di cilindrata ed anche oltre, soprattutto in detrminati frangenti, dove più che la potenza massima assoluta, conta la maneggevolezza e la facilità di guida.

 

 

 

Aprilia Tuareg 660 2022 Consumi

Nel nostro test abbiamo avuto un consumo medio di circa 17 km/litro, con punte di oltre 20 km/l ed un massimo consumo di circa 15 km/l in off road.

Ottimi valori a dimostrazione della validità del motore.

 

 

 

Aprilia Tuareg 660 2022 Conclusioni pregi e difetti

 

La nuova Aprilia Tuareg 660 2022, con i suoi pregi e difetti, segna comunque un nuovo punto di riferimento nella categoria ed un nuovo segmento di mercato: cilindrata media, ma elettronica e dotazioni al top o quasi.

Al momento i problemi rilevati dai clienti sono solo riferibili a partite difettose di componenti, così come già successo con la RS e la Tuono, può succedere, se pure è una chiara seccatura.

Ottima per facilità e sicurezza di guida, ha anche ottime prestazioni generali.

Perfettamente centrata per chi vuole una moto con cui fare anche del vero off road e non solo semplici stradine bianche.

Ha il vantaggio di dimensioni abbondanti ma non esagerate oltre ad una dotazione elettronica da riferimento per la categoria e non solo.

Alla fine il suo unico vero difetto è il prezzo, che è proporzionato alla qualità del prodotto, ma anche vicino ad altri concorrenti di più alta cilindrata.

A tal punto molti potrebbero fare uno sforzo in più e prendere un 1100, la differenza non è così elevata.

Tutto si gioca anche sul reale prezzo praticato al pubblico.

Così com'è, rispetto ad altri 650/700, il prezzo dell'Aprilia risulta più alto ed altri potrebbero optare per modelli più semplici ed economici.

Aspetti economici personali a parte, la moto è valida, competitiva e può essere una scelta ottima per chi vuole una moto facile da guidare e con una ruota anteriore da 21 pollici con cui fare del vero off road.