masthead


Abbiamo ampiamente superato i duemila km con i nuovi Continental RoadAttack3,

certamente in molti diranno che bastano tre uscite in moto per raggiungere tali km, verissimo, ma non è che percorrendo 800km di autostrada si testa un pneumatico, nè tanto meno percorrendo in un solo giorno 500km di strade statali, con le stesse condizioni meteo e la stessa tipologia di asfalto.

Durante questi mesi, abbiamo cercato le condizioni meteo ideali per provare questo pneumatico Sport Touring, con freddo, asfalto umido, rovinato e con ridotto grip, alternando giorni con sole ed asfalto in buone condizioni. Ci siamo messi nei panni del turista, che esce dall’albergo/campeggio la mattina e, a seconda del viaggio intrapreso, ora trova il sole, ora trova il freddo, ora asfalto in perfette condizioni, ora asfalto sporco e pieno di buche. In questi duemila km abbiamo evitato l’autostrada, perchè sul dritto tutte le gomme vanno benissimo ...

Al 90% abbiamo usato la moto in coppia.

Per il momento l’usura del pneumatico è omogenea, nessun scalino alla ruota anteriore, nessun appiattimento della parte centrale del pneumatico posteriore. Nessun segno di usura precoce e soprattutto un comportamento omogeneo dai primissimi km, con un grip sempre valido e costante, sia che ci fosse il sole, sia che il termometro fosse sotto gli zero gradi centigradi.

Non è un pneumatico sportivo, ma con il freddo d’inverno va decisamente meglio di qualsiasi pneumatico sportivo stradale e non, oggi in commercio.

Ora ritorna il bel tempo, si spera, e quindi potremo analizzarlo meglio con le calde temperature primaverili/estive.

L’inverno è per lo più alle spalle, ma mai come con questo RoadAttack3 ci ha fatto poco paura.

Non è cosa da poco.

Il test continua.

 

X

Right Click

No right click