masthead

Fluido, silenzioso e veloce

Funzione ‘Walking Mode’ per manovre di parcheggio millimetriche

Integrazione totale con i 4 Riding Mode

Per il 2020 manovrabilità a bassa velocità migliorata

Introduzione della GL1800 Gold Wing ‘base’ DCT

 

Honda ha venduto oltre 100.000 moto con cambio DCT in Europa dal momento del lancio nel 2009 sulla sport-tourer VFR1200F. A ulteriore testimonianza del suo apprezzamento da parte dei motociclisti, nel corso dell’ultimo anno fiscale le moto DCT hanno rappresentato il 48% delle vendite per i modelli sui quali era offerto come opzione.

L'esclusivo cambio a doppia frizione Honda si adatta perfettamente al motore 6 cilindri boxer della nuova Gold Wing, il cui sviluppo è stato incentrato proprio sul DCT (Dual Clutch Transmission). L’ultima generazione del sistema, applicata alla Gold Wing, è la prima con 7 rapporti, specificamente progettata per i viaggi sulle lunghe distanze. Come tutti i cambi DCT garantisce cambiate rapide e fluide ed ha addirittura un peso inferiore rispetto al cambio manuale!

 

Per il 2020 la manovrabilità a bassa velocità è stata migliorata grazie a mappature delle cambiate e di gestione dello slittamento delle frizioni rivisitate.

 

Il sistema sfrutta due frizioni coassiali, una per le partenze e le marce dispari, quindi 1^, 3^, 5^ e 7^ marcia, l’altra per le marce pari, quindi 2^, 4^ e 6^. Gli ingombri nel carter sono identici a quelli del cambio manuale tradizionale, perché gli alberi delle frizioni sono concentrici.

 

Ogni frizione è attuata in maniera indipendente dal proprio circuito elettro-idaulico. Ad ogni input di cambio marcia proveniente dalla centralina, avviene simultaneamente lo switch tra una frizione e l’altra, rendendo istantaneo il disinserimento di una marcia e l’inserimento della successiva o della precedente.

 

Il risultato sono cambi marcia velocissimi, silenziosi ed ininfluenti sull’assetto della moto, che così accelera e rallenta più efficacemente e senza alcun beccheggio, con la massima efficienza dinamica e nel pieno comfort sia per il pilota che per il passeggero. Tra i pregi ulteriori, la grande affidabilità e durata (dato che non è possibile “sbagliare marcia” o non inserirla correttamente), l’impossibilità che si spenga per errore del pilota, la facilità di guida nel congestionato traffico urbano e il massimo comfort di marcia.

 

Ma come funzionano i comandi e come si attivano le varie modalità? Al momento dell’avviamento la moto è in folle. Per inserire la prima marcia occorre premere il tasto “D” sul blocchetto destro, compare il numero “1” sul cruscotto. Da questo momento si può dare gas e cominciare a guidare, perché la Gold Wing cambierà le marce automaticamente. In qualsiasi momento, è possibile agire sulle palette al manubrio del blocchetto sinistro, “+” e “-“, per inserire manualmente la marcia successiva o scalare, e al momento opportuno, la centralina del DCT ricomincerà a cambiare le marce automaticamente. Se invece si vuole una cambiata manuale al 100%, basta premere il tasto “A/M” grigio sul blocchetto destro; da quel momento la decisione su quando cambiare marcia dipende totalmente dal pilota. Il sistema è ovviamente a prova di errore, quindi le marce non vengono inserite o scalate se la richiesta non è compatibile con il regime motore, rendendo così di fatto impossibile danneggiare il propulsore o il cambio.

 

Infine, la centralina di controllo del cambio Honda DCT, sfruttando i dati di apertura farfalle, velocità, regime motore e marcia in uso, è in grado di riconoscere salite e discese, mantenendo o inserendo sempre il rapporto adatto.

La versione DCT è dotata di freno di stazionamento sulla ruota posteriore, facilmente attivabile e disattivabile con il pratico comando sul lato sinistro della carenatura.

 

Il DCT della Gold Wing prevede che nelle marce basse i rapporti siano ravvicinati, in modo da massimizzare il comfort delle cambiate a bassa velocità, e allo stesso tempo sfruttare al meglio nei rapporti lunghi potenza e coppia del poderoso motore da 1.833cc. In entrambi i casi il beccheggio tra una marcia e l’altra è del tutto assente, rendendo la vita a bordo semplicemente fantastica, anche per il passeggero.

 

Tutte le potenziali problematiche legate alla rumorosità sono state brillantemente evitate tramite lo sviluppo del DCT di ultima generazione. Tamponi smorzatori antirumore sono presenti su entrambe le estremità dei guida forchette del selettore e del braccio principale, annullando di fatto ogni contatto in grado di produrre rumore.

Uno smorzatore a molla è stato installato tra la frizione e l'albero della trasmissione primaria per assorbire il contatto e la coppia nella direzione di rotazione e quindi diminuendo il rumore derivante dall’ingranamento tra i due componenti.

 

Sulla GL1800 Gold Wing è presente il rivoluzionario Walking Mode. Si tratta di una modalità del cambio DCT che permette alla moto di muoversi a velocità ridotta, 1,8 km/h in avanti e 1,2 km/h in retromarcia. La funzione è attivabile istantaneamente (a moto ferma), tramite un pratico interruttore sul manubrio sinistro e usando poi le palette al manubrio + e – per determinare il movimento.

 

Ma come funziona dal punto di vista meccanico? Dell’albero principale coassiale sdoppiato, quello esterno relativo alle marce dispari è collegato a quello interno da una catena tramite gli ingranaggi sul contralbero. Con questa struttura l'albero della trasmissione primaria esterno funge da albero di rinvio della retromarcia; ne deriva un meccanismo leggero di inversione di marcia con una struttura compatta e senza l'esigenza di un albero di rinvio.

Dal punto di vista pratico, quando si attiva la modalità Walking Mode, le due frizioni del sistema DCT vengono utilizzate per abilitare il movimento in retromarcia con la frizione 1 e il movimento in avanti con la frizione 2. In questo modo la moto può essere mossa avanti o indietro tramite le sole frizioni, senza reale utilizzo delle marce. Inoltre, per garantire la massima efficacia e sicurezza, il sistema Throttle By Wire regola la velocità controllando millimetricamente l’ingaggio della frizione in uso, mantenendo un determinato regime motore e offrendo la totale controllabilità.

 

Sulla versione con cambio DCT, i 4 Riding Mode sono integrati con le logiche di gestione dei cambi marcia. Le impostazioni sono le stesse della versione con cambio manuale in termini di motore, erogazione e assetto sospensioni, ma presentano parametri aggiuntivi specifici del sistema DCT.

Il Riding Mode TOUR predilige la fluidità nell'innesto delle frizioni e cambi marcia automatici in un ampio range di giri, dai bassi agli alti, favorendo ove possibile l’erogazione di coppia.

Il Riding Mode SPORT prevede un innesto delle frizioni più diretto, con cambi marcia programmati in un range di giri medio-alto.

 

Il Riding Mode ECON offre un innesto delle frizioni morbido, sfruttando il più possibile le doti di coppia del motore, con cambi marcia tendenzialmente non oltre metà regime.

Il Riding Mode RAIN assicura un innesto delle frizioni dolce e cambi marcia automatici in un ampio range di giri ma tenendo inserite più a lungo le marce e con scalate a regimi bassi, con l’obiettivo di mantenere le reazioni della moto più neutre possibili.

X

Right Click

No right click