Si è conclusa a Córdoba, in Argentina, l’edizione numero 40 del Dakar Rally, rivelatasi particolarmente impegnativa ma che entrambi i piloti del team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing, Pablo Quintanilla ed Andrew Short, hanno saputo concludere con successo. Al termine delle due settimane di gara, Quintanilla si è assicurato una solida ottava posizione nella classifica finale della classe moto, mentre il rookie del mondo rally Short ha condotto la sua FR 450 Rally al traguardo in diciassettesima posizione.

La Dakar 2018 ha portato fortune alterne al campione del mondo Rally in carica Pablo Quintanilla, arrivato ad occupare la seconda posizione nella classifica generale provvisoria e capace di concludere cinque tappe nella top 5. L’asso cileno ha poi dovuto fare i conti con la sfortuna, ma non ha mai smesso di combattere arrivando al traguardo della sua quarta Dakar in carriera.

Il rookie del team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing, Andrew Short, ha bene impressionato nella sua prima esperienza a un Dakar Rally, conquistandosi un posto nella top 20 finale. Imparando e migliorandosi tappa dopo tappa, il popolare pilota americano ha già in programma una agguerrita stagione rally per il suo 2018.

Al traguardo anche i tre italiani su Husqvarna. Il pilota supportato Husqvarna Italia Jacopo Cerutti chiude la top 20 con la sua ventesima posizione finale, ed è anche il migliore degli italiani come già nel 2016. I due alfieri del team Solarys hanno concluso ottimo ventiduesimo Maurizio Gerini, velocissimo nella seconda settimana di gara; cinquantaduesimo Fausto Vignola. Tutti e tre comunque bravi a concludere la Dakar forse più insidiosa tra quelle disputate su suolo sudamericano.

Pablo Quintanilla: “Sono contento di essere arrivato in fondo, nonostante le giornate difficili è sempre una bella sensazione. Anche oggi le cose non sono andate come previsto, e in generale l’intera Dakar è stata complicata per me: penso di aver concentrato tutta la mia sfortuna in questa sola gara. Ma voglio ringraziare tutto il team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing per aver lavorato incredibilmente sodo in queste due settimane. Non abbiamo raccolto il risultato che speravamo, ma abbiamo comunque concluso il rally in una buona posizione. Ora lavoreremo tutto l’anno per migliorarci in vista della Dakar 2019.”

Andrew Short: “Sono contentissimo di essere arrivato in fondo. Sono stati 14 durissimi giorni di gara. Ieri mi sono fatto male alla caviglia, e oggi puntavo solo a finire. Le piste per fortuna erano molto più regolari, anche se c’era molta polvere e credo che in molti abbiano deciso di chiudere un po’ il gas. Durante il rally il meteo è stato spesso inclemente, ma meno di quanto mi aspettassi. Lo stesso si può dire per l’altitudine. Quello che mi ha sorpreso di più è stata la velocità: me la cavo sulle dune e nei fuori pista, ma in alcune piste sei a tutto gas per un tempo che sembra infinito. In gara sono caduto più volte: sapevo che sarebbe successo, ma non mi aspettavo di cadere quattro volte ad alta velocità. Comunque questo non ha ammaccato il mio morale. Correre una Dakar è sempre stato un mio sogno, ed è stato interessante vedere come ho affrontato la sfida. Pensavo che il mio passo fosse un po’ migliore, ma da questa gara ho imparato moltissimo e ora so su cosa lavorare per migliorarmi. Ora attendo il resto della stagione, e spero di arrivare più preparato ala Dakar 2019.”

Dakar Rally 2018 – Classifica provvisoria della tappa 14

1. Kevin Benavides (Honda) 01:26:41

2. Toby Price (KTM) 01:27:35

3. Antoine Meo (KTM) 01:29:30

4. Dani Oliveras (KTM) 01:30:06

5. Johnny Aubert (Gas Gas) 01:31:00

6. Oriol Mena (Hero) 01:31:42

16. Maurizio Gerini (Husqvarna) 01:38:29

21. Jacopo Cerutti (Husqvarna) 01:39:37

25. Andrew Short (Husqvarna) 01:41:21

44. Fausto Vignola (Husqvarna) 01:48:54

47. Pablo Quintanilla (Husqvarna) 01:49:35

Dakar Rally 2018 – Classifica generale provvisoria dopo la tappa 14

1. Matthias Walkner (KTM) 43:06:01

2. Kevin Benavides (Honda) 43:22:54

3. Toby Price (KTM) 43:29:03

4. Antoine Meo (KTM) 43:53:29

5. Gerard Farres (KTM) 44:07:05

6. Johnny Aubert (Gas Gas) 44:59:54

8. Pablo Quintanilla (Husqvarna) 45:30:06

17. Andrew Short (Husqvarna) 47:19:43

20. Jacopo Cerutti (Husqvarna) 48:44:45

22. Maurizio Gerini (Husqvarna) 49:43:04

52. Fausto Vignola (Husqvarna) 62:47:46

Husqvarna Motorcycles GmbH

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter