masthead

Gianluca Martini e Thomas Oldrati campioni nella 250 2t e 250 4t

 

Gli Assoluti d’Italia-Coppa FMI/Coppa Italia Maxxis di Enduro hanno decretato oggi, domenica 6 ottobre, a Gaggio Montano, gli ultimi verdetti della stagione duemiladiccianove. Dopo l’assegnazione delle classi 125, 300, 450, Junior e Youth ieri, andate nella giornata di ieri a Tommaso Montanari, Deny Philippaerts, Alex Salvini, Andrea Verona e Matteo Pavoni, gli occhi erano tutti puntati sulle cilindrate 250 2t, 250 4t e, la più blasonata, classifica Assoluta.

 

Sono stati tre giri mozzafiato, con i protagonisti delle varie categorie che hanno lottato fino all’ultima curva per aggiudicarsi il titolo italiano. Nella 250 2t Gianluca Martini (Beta) ha gestito la sua gara senza commettere errori aggiudicandosi la seconda posizione di giornata alle spalle di Maurizio Micheluz (Husqvarna), il suo avversario principale in campionato. La seconda piazza è stata sufficiente per Martini che si porta a casa il suo primo titolo italiano nel mondo dell’Enduro.

 

Intensa la battaglia anche per la 250 4t con Thomas Oldrati e Matteo Cavallo (Sherco) che terminano la stagione separati di un solo punto, a favore del pilota Honda Redmoto Oldrati.

 

Nell’Assoluta, lo scettro di miglior atleta degli Assoluti d’Italia torna anche per quest’anno in Inghilterra; a laurearsi campione italiano 2019 è infatti Brad Freeman (Beta Boano) che, dopo un avvio di stagione in sordina, conferma il suo brillante stato vincendo, dopo il trionfo nel mondiale, anche nel tricolore. Con la vittoria assoluta, l’inglese conquista altresì il Trofeo Mika Ahola e la tabella 24mx di campione italiano.

 

Nelle classifiche riservate alle squadre, il Sebino conquista il titolo tra i Motoclub e il Diligenti Racing quello tra i Team Indipendenti.

Assegnato anche il Trofeo Airoh Cross Test, andato a Giacomo Redondi che si porta così a casa un bellissimo casco Airoh Aviator. Il pilota più tecnico della stagione nell’X-CUP Motocross Marketing – Galfer è stato invece Thomas Oldrati, mentre il titolo miglior giovane è andato ad Andrea Verona che si aggiudica il Trofeo Enduro Action.

 

Sorprendente gara anche per la Coppa FMI, specialmente della 2t dove un veloce Riccardo Fabris (KTM TNT Corse) riesce a strappare la leadership del campionato all’ultima prova a Francesco Giusti. Nella 4t la stagione duemiladiaccianove va a Matteo Segantini su Husqvarna.

Nella Coppa Italia mancavano all’appello le categorie Cadetti e Junior. Nella Cadetti è stata una battaglia tesa, con Denis Piedimonte (Yamaha) che riesce a spuntarla su Cristian Valentini (Yamaha) portandosi cosi a casa la vittoria finale; nella Senior il vincitore duemiladiciannove è Sebastiano Marenzi (KTM).

 

Sono state due giornate intense e come sempre ricche di spettacolo, gestite brillantemente dal Motoclub Alta Valle Reno, organizzatore della manifestazione. Il tutto è stato poi condito dalla presenza di molti supports e pubblico locale, che hanno gremito le prove speciali per assistere a questa intensa ultima sfida verde-bianco-rossa.

La stagione 2019 va dunque in archivio, ma noi siamo già pronti per la prossima! Ci vediamo nel 2020!

Ufficio Stampa Italiano Enduro

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click