masthead

Ducati Scrambler Full Throttle prova pregi difetti consumi prestazioni – 2 parte

 ducati scrambler full throttle prova (13)

Vedi la foto gallery: https://www.crazywheels.it/foto-gallery/category/189-ducati-scrambler-full-throttle-prova.html

Leggi anche: Ducati Scrambler Full Throttle prova pregi difetti consumi prestazioni – 1 parte 

Il comportamento del motore

Il motore della Ducati Scrambler 800 stupisce per la sua erogazione corposa e regolare. Scordatevi i motori Ducati scorbutici, con questo andate a spasso anche con un filo di gas; forse, anzi, anche troppo regolare per i “ducatisti duri e puri”, ma è veramente un bel motore, perfettamente accordato alla tipologia di moto. Si accende subito e borbotta regolare, con un sound inconfondibile. Ha una bella curva di coppia ed assicura ottime prestazioni, non serve mai tirare le marce, basta sfruttare la sua bella coppia e vi porta fuori dalle curve a “fionda” (per il segmento di moto, ovvio) con una progressione ottima ed in breve si raggiungono velocità poco consone alla guida su strada. In città è facilissimo da usare, siamo a livello di uno scooter ... per la sua facilità di utilizzo, ma ovviamente le prestazioni sono ben altre. Un’ottima unità, per prestazioni e funzionalità, parco nei consumi, ha anche una manutenzione facile da effettuare e costi di gestione contenuti.

Città

Anche se è nata per fare altro, in città la Scrambler si comporta benissimo: leggera, maneggevole, facile da guidare. Una vera "bicicletta", non serve aggiungere altro.

Autostrada

In autostrada o in tangenziale si soffre per via dell’inesistente riparo aerodinamico, ma basta stare intorno ai 90km/h per evitare di affaticarsi troppo. Detto ciò, stabilità e sicurezza sono al top.

 

Strade extraurbane  

Basta che le curve siano una dietro l’altra, non ci siano interminabili rettilinei e questa Scrambler Full Throttle ha ben pochi rivali. E’ qui che si vorrebbero due sospensioni un pò più rigide e due pneumatici prettamente stradali; più vai forte, più capisci che questa moto ha dei limiti impensabili, molto elevati e di gran lunga superiori a quello che lascerebbe pensare al sua estetica “paciosa”. Maneggevole, stabile, precisa, è un piacere guidarla, non stanca mai e non richiede un particolare impegno psico fisico. Una moto divertente e facile da guidare, che nelle giuste mani mette in evidenza prestazioni al di sopra di quello che si potrebbe pensare. Ottime le prestazioni del motore, assolutamente adeguate su queste strade, poi la potenza non basta mai, anche su una classic ...

Strade di montagna

Con un bel manubrio largo, un ottimo assetto e tanta gomma a terra, si riesce a essere velocissimi in montagna, merito anche dell’ottimo motore che tira fuori dai tornanti con una velocità ottima. A saperci fare, le prestazioni non sono per nulla male in termini assoluti e ci viene in mente il 1100. L’appetito vien mangiando ...

Off Road

Non è certamente una enduro, ma su qualche stradina bianca ci si può divertire tranquillamente, aumentando la polivalenza d’uso della moto, che di fatto va in off road come altre “petroliere” ben più ingombranti, pesanti e difficili da guidare. Casomai i limiti qui vengono non dagli ingombri o dal peso, ma dall’assetto, dai pneumatici e dalle sospensioni. Comunque, se volete raggiungere la “spiaggetta isolata”, tramite la solita stradina bianca, ci arrivate in sicurezza.

Pneumatici

I Pirelli MT 60 RS sono perfettamente centrati per questa moto, 95% asfalto e un 5% strade bianche. Offrono un ottimo grip su asfalto, anche freddo o umido e ti permettono di divertirti su di una strada bianca.

Frenata/ABS

L’impianto frenante è ottimo, nulla da dire per la sua potenza e la sua perfetta modulabilità. Per un utilizzo sportivo stradale, avremmo preferito un “attacco” più aggressivo, ma considerando anche l’uso cittadino e turistico, è ben adeguato alla tipologia di moto. Ottima la potenza del freno posteriore. Il funzionamento dell’ABS è al di sopra di qualsiasi sospetto.

Controllo di trazione

Viste le potenze in gioco, entra in funzione realmente solo in presenza di errori grossi, svolgendo perfettamente la sua azione. Nulla da aggiungere, non si sente, non si avverte, ma quando sbagliate interviene subito alla perfezione.

Forcella

La forcella, confortevole, morbida, ma non morbidissima, ha una taratura di compromesso, tra le prestazioni ed il comfort. Assorbe bene lo sconnesso cittadino e delle strade di montagna, pur mantenendo un certo rigore sia in compressione che in rilascio. Man mano che si prende confidenza con la moto, si desidererebbe una taratura più rigida e sportiva, ma così è un valido compromesso per accontentare ogni tipologia di motociclista e di uso.

Ammortizzatore

L’ammortizzatore è regolabile e tarato leggermente più duro della forcella, un compromesso perfetto per andare forte su strada e avere un buon grado di comfort. Non è il top degli ammortizzatori, ma è il migliore della categoria e di gran lunga più efficace e funzionale delle dirette concorrenti.

Conclusioni

La Ducati Scrambler Full Throttle è una moto dalle qualità sorprendenti, su cui spicca su tutto la facilità di guida ed il buon comfort di marcia nell’uso cittadino e turistico. Certamente è una moto dalla personalità unica. Ottime le prestazioni generali e la sua polivalenza d’uso.

Divertente in città, dà il meglio nelle strade tutte curve, dove oltre ad essere divertente è anche competitiva. Alla fine, peccato per il prezzo, circa 10.500 Euro (prezzo scontato), che terrà lontani molti, a difesa l’ottima qualità costruttiva e la sempre ottima tenuta sul mercato dell’usato di tutte le Ducati.

Pregi

Qualità costruttiva

Faciltà di guida

Prestazioni

Frenata

Ampio catalogo di optional

Difetti

Assenza di un riparo aerodinamico

Comfort di viaggio in coppia

 

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click