masthead


 

 

Dalla collaborazione tra il Centro Stile Ducati e la Scuderia Club Italia nasce lo Scrambler Ducati Club Italia, una moto realizzata in serie limitata, destinata esclusivamente ai soci dello storico sodalizio.

La Scuderia Club Italia è un'associazione sportivo-culturale fondata nel 1989 su iniziativa di piloti, estimatori e appassionati di auto storiche e da competizione. I soci, ottanta al massimo per statuto, sono uniti dalla grande passione per l'automobile. Il Club Italia è promotore d'immagine per l'auto italiana e opera attraverso l'attività sportiva o la presenza ad importanti manifestazioni, ma anche sviluppando e studiando versioni originali di auto e moto.

La realizzazione della serie speciale Scrambler® Club Italia è stata preceduta da un’altra esperienza di collaborazione tra la casa motociclistica di Borgo Panigale e la Scuderia, che nel 1995 aveva portato alla produzione di 36 esemplari del “Monster 900 Club Italia”, moto che oggi è considerata dagli appassionati un vero e proprio oggetto da collezione.

Realizzato partendo dalla base tecnica dello Scrambler® 1100 Sport PRO, lo Scrambler® Club Italia è caratterizzato da una grafica unica e da una ricca dotazione di accessori, che lo rendono di fatto lo Scrambler® più esclusivo e prezioso mai prodotto da Ducati.

La livrea di questa speciale ed esclusiva moto si distingue per la sella in pelle rossa di Poltrona Frau con ricamato il logo del “Club Italia”, che si unisce al serbatoio blu metallizzato con sottoguancia rosso brillante, completato dal logo Ducati che venne disegnato da Giugiaro. Il telaio della moto è verniciato con lo stesso colore blu metallizzato del serbatoio, mentre il telaietto posteriore è proposto in alluminio naturale. I parafanghi anteriore e posteriore sono in alluminio con serigrafia tricolore. Completano l’originale look della moto i cerchi a raggi, con canale e raggi di colore nero. Al telaio è inoltre applicata la targhetta in alluminio numerata che contraddistingue la serie numerata.

Per questa speciale versione, la base tecnica dello Scrambler® 1100 Sport PRO è stata inoltre arricchita con i silenziatori omologati in titanio Termignoni e il tappo serbatoio in alluminio ricavato dal pieno, sotto al quale è presente il logo a scudetto del Club Italia. Gli indicatori di direzione a led hanno il corpo in alluminio ricavato dal pieno, così come le leve freno e frizione, i coperchi per i serbatoietti delle pompe freno e frizione, le borchie telaio e le pedane poggiapiedi. La griglia protettiva per il proiettore rende il look frontale dello Scrambler Ducati Club Italia aggressivo e originale, mentre le manopole riscaldate garantiscono comfort e praticità per l’uso della moto nelle stagioni più fredde.

Lo Scrambler® Club Italia è stato presentato, in esclusiva ai soci dell’associazione, nella giornata di sabato 20 giugno e nell’occasione sono stati raccolti i primi ordini. Le moto verranno consegnate nel mese di settembre e saranno corredate del telo coprimoto personalizzato, del certificato di autenticità e del casco Bell realizzato a mano nello stesso colore della moto e con grafica dedicata.

Quando si ha la possibilità di collaborare con persone che hanno la tua stessa passione per le cose ben realizzate, per i motori e per l’Italia, la soddisfazione per il lavoro che ne scaturirà è assicurata ed il risultato è una garanzia. – ha commentato il Direttore Centro Stile Ducati, Andrea Ferraresi – Lo Scrambler® Club Italia è qui a dimostrarlo e rappresenta un perfetto bilanciamento tra sportività, eleganza e cura del dettaglio. Insieme ai soci della Scuderia Club Italia abbiamo scelto il giusto tono di blu, il materiale della sella, il tipo di logo da utilizzare e l’intera dotazione speciale. Nulla è stato lasciato al caso ed ogni modifica è stata vagliata e condivisa. La ciliegina sulla torta è stata infine il poter presentare di persona, insieme a Giulio Malagoli, Direttore Product Marketing Ducati, questa creazione unica ai soci del Club”.

La collaborazione tra Ducati e la Scuderia Club Italia non si ferma esclusivamente alla realizzazione di una moto special, ma si completa anche con le donazioni a favore della lotta contro il Covid-19. Per ogni moto acquistata dai soci dell’associazione, infatti, 500 euro saranno destinati alla #raceagainstCovid, la raccolta fondi organizzata da Ducati per sostenere i programmi di riabilitazione del Policlinico di S.Orsola di Bologna, sviluppato per i pazienti in convalescenza dopo aver contratto il Covid-19.

Scuderia Club Italia, oltre trent’anni di progetti senza tempo

La storia della Scuderia Club Italia, associazione fondata nel 1989 con lo scopo di “promuovere la valorizzazione, la conservazione, il reperimento, la ricerca, la movimentazione delle automobili italiane, […] diffondere il patrimonio di cultura e di etica tecnico-sportiva che negli anni ha inciso profondamente nell’evoluzione dell’automobile”, è, prima di tutto, una storia che racconta di una passione scritta da e per raffinati collezionisti di automobili storiche. Ma non solo. Perché la passione per le automobili storiche, soprattutto italiane, si coniuga, inevitabilmente, con la passione per il bello, in tutte le sue forme, da ricercare e perseguire. In oltre trent’anni di attività la Scuderia Club Italia e i suoi Soci, donne e uomini cui piace ragionare in termini superlativi, il bello e, per tanti altri, l’impossibile, lo hanno progettato e realizzato in prima persona, trasferendolo in automobili, moto, biciclette e orologi. Piccole serie limitate, tutte firmate con lo scudetto tricolore del Club, di cui la Ducati Scrambler Club Italia, oggi qui presentata, costituisce l’ultimo capitolo di un libro, incominciato nel 1992 con una Lancia Delta HF Integrale Evoluzione 16V Club Italia, il cui finale è ancora custodito nei sogni dei Soci della Scuderia Club Italia.

DUCATI Communication Department

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click