masthead

Non si placano le polemiche intorno al cambio di sella dello spagnolo.

 

Se è vero che il cambio di Team e moto per la prossima stagione di Alvaro Bautista è stata l'operazione di mercato piloti ad oggi più interessante in WSBK, è anche vero che le polemiche intorno a questa non si placano ed ogni giorno emergono nuovi dettagli.

 

Questa volta sono le ultime dichiarazioni del pilota spagnolo a portare di nuovo alla ribalta il divorzio da Ducati.

 

Bautista infatti nelle ultime dichiarazioni rilasciate a Dorna si è comportato ed ha parlato da pilota Honda, quando neanche Honda stessa aveva menzionato sue dichiarazioni nel comunicato ufficiale relativo alla firma che sanciva il passaggio di Team.

 

A questo va inoltre aggiunto che Alvaro porterà con se nella nuova avventura anche il proprio tecnico che ora lo segue in Ducati.

 

La risposta da Parte di Claudio Domenicali alle ultime dichiarazioni di Bautista non ha tardato ad arrivare.

 

Questa mattina infatti via Twitter Domenicali ha lasciato intendere che Bautista ha lasciato Ducati per soldi non per altro, quando invece lo spagnolo aveva velatamente dichiarato di aver preso la decisione di lasciare il Team Aruba- Ducati dopo che questo aveva deciso di ingaggiare Redding per la prossima stagione.

 

Inoltre il comportamento dello spagnolo ha portato anche la stessa Ducati a non farlo girare con le novità 2020 negli ultimi test, ed anche per le ultime 9 gare rimaste non riceverà nessun aggiornamento, se anche è ancora tecnicamente in lotta per il titolo mondiale.

 

A questo punto potrebbe anche esserci un intervento da parte di Honda visto il comportamento dello spagnolo.

Restiamo in attesa dei prossimi sviluppi...

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click