Il campionato AMA Pro Motocross 2019 è partito sabato 18 maggio con il round di apertura all’Hangtown Motocross Classic di Sacramento, in California.

Il team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing ha messo in campo la sua squadra al completo, con il rientro di Jason Anderson che ha subito preso la guida delle operazioni cogliendo un ottimo terzo posto nella classe 450MX. Il suo compagno di team Zach Osborne ha debuttato in outdoor sulla 450 con una impressionante prestazione, conclusa al quarto posto.

450MX

La giornata ha offerto un po’ di tutto, con i piloti che hanno affrontato la pista asciutta per la prima parte della giornata per poi sperimentare una pesante pioggia appena prima dell’avvio delle seconde manche. Anderson, che si allineava dietro a un cancelletto per la prima volta dopo l’infortunio al braccio patito a gennaio, ha mostrato una grande velocità in tutti i settori. Dopo essersi qualificato con il settimo tempo, Jason ha lanciato la sua FC 450 al terzo posto allo start di Gara1, per poi lanciarsi nella lotta per il secondo posto. A tre giri dal termine Anderson è riuscito a passare secondo, conservando poi la posizione fino al traguardo della sua prima gara dopo il lungo stop. Con la pioggia scrosciante intervenuta appena prima della seconda parte di gara, le condizioni della pista sono diventate tutt’altro che ideali, con fango molle e profondi canali. Anderson è partito bene, chiudendo quarto il primo giro per poi portarsi rapidamente in terza piazza. Ha quindi iniziato a scambiare la posizione finché una caduta nelle ultime tornate lo ha costretto a chiudere quinto la manche. Il suo 2-5 di giornata vale comunque a Jason un podio finale, con il terzo posto nel primo round di campionato.

Il mio weekend è andato piuttosto bene,” ha detto Anderson. “In Gara1 ho solo provato a ritrovare il ritmo visto che non correvo da tanto. All’inizio ero un po’ contratto, e ho anche spento la moto a un certo punto; ma nel complesso sono riuscito a rientrare subito competitivo e ho fatto già dei progressi. Il 2-5 e il podio di giornata non sono male per questo primo round.”

Nel frattempo, il suo compagno di squadra Osborne si è qualificato con il sesto tempo, partendo sesto anche allo start di Gara1. Risalito quinto quasi subito per poi passare quarto a cinque giri dalla conclusione, ha continuato a lottare fino al traguardo tagliandolo in quinta piazza. In Gara2, Osborne è rimasto vittima delle insidiose condizioni del tracciato, chiudendo il primo giro fuori dalla top 15. Senza perdere tempo, si à lanciato in una rimonta che lo ha portato subito nella top 5, continuando ad attaccare le posizioni di vertice. Subito dopo l’esposizione della bandiera bianca, Zach ha salito un altro scalino, realizzando il sorpasso per la terza posizione all’ultimo giro e conquistando già al primo round il suo primo podio di manche, che gli vale il quarto posto di giornata grazie al 5-3.

Nel complesso è stato un buon debutto nella 450 outdoor,” ha detto Osborne. “Ho commesso uno stupido errore nella prima manche che mi è costato il podio di giornata, ma è stato comunque un buon weekend. Sono partito bene in entrambe le manche, e ho corso una seconda manche epica, risalendo da quasi ultimo a terzo, per cui sono molto contento e carico per il resto del campionato.”

250MX

Dopo essersi qualificato con il quinto tempo, Michael Mosiman ha messo la sua FC 250 in un’ottima quinta posizione allo start di Gara1. Dopo aver lottato ai margini della top 5 per gran parte della manche, è poi sceso di due posizioni a due giri dal termine, chiudendo settimo. In Gara2 Michael è partito benissimo nonostante il fondo scivoloso, chiudendo il primo giro in quarta posizione. Mentre lottava per la top 3, al secondo giro Mosiman è caduto in un canale profondo, finendo fuori dalla top 10. Caduto altre due volte nel corso della manche, è comunque stato in grado di rimontare fino a undicesimo chiudendo settimo di giornata nella classe 250.

In Gara2 le condizioni erano davvero toste,” ha detto Mosiman. “Se escludiamo gli errori penso di aver guidato bene, e ora mi concentrerò sul prossimo round.”

Il suo compagno di squadra Jordan Bailey ha faticato in questo avvio di stagione, con un 17-19 che gli vale il ventesimo posto di giornata.

Le mie partenze sono state buone, ma è come se poi avessi fatto fatica a trovarmi con la moto o con la pista per tutta la giornata,” ha detto Bailey. “Ora ci rimetteremo al lavoro su alcune cose, cercando di portare al prossimo round le cose positive di oggi.”

Il terzo pilota del team, Thomas Covington, ha faticato per l’intera giornata a tenere la moto in piedi, chiudendo ventiseiesimo con un 27-22.

In Gara1 non sono partito per niente bene e ho finito per cadere lungo la discesa,” ha detto Covington. “Con la seconda manche nel fango, sono caduto parecchie volte. In certi punti era profondo, in altri scivoloso, per cui era davvero difficile stare in piedi. Non è stato un buon inizio, ma abbiamo altre 22 manche davanti.”

Prossima gara: 25 maggio, Fox Raceway National a Pala, California.

Risultati, Hangtown MX

450MX

1. Ken Roczen (1-2)

2. Eli Tomac (4-1)

3. Jason Anderson – Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing (2-5)

4. Zach Osborne – Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing (5-3)

250MX

1. Adam Cianciarulo (2-1)

2. Justin Cooper (1-4)

3. Colt Nichols (5-3)

7. Michael Mosiman – Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing (7-11)

...

20. Jordan Bailey – Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing (17-19)

...

26. Thomas Covington – Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing (27-22)

Classifica di campionato, 450MX

1. Ken Roczen – 47 punti

2. Eli Tomac – 43 punti

3. Jason Anderson – Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing – 38 punti

4. Zach Osborne – Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing – 36 punti

Classifica di campionato, 250MX

1. Adam Cianciarulo – 47 punti

2. Justin Cooper – 43 punti

3. Colt Nichols – 36 punti

...

20. Jordan Bailey – Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing – 6 punti

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter